Tra Turismo e Territorio

Il portale dell'Ospitalità a Cerveteri

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Home page Il territorio Associati Iniziative
Itinerari Associazione Contattaci Mappa del sito

Frazioni di Cerveteri

 

 

CERI

 

L’attuale borgo sorge su un alto sperone tufaceo, in un suggestivo contesto  paesaggistico. Prime tracce di insediamenti umani risalgono al VII secolo a.C., quando Ceri era un agglomerato etrusco alle dipendenze della vicina Caere. Al suo interno sono rinvenibili tracce di costruzioni romane di epoca imperiale. I resti maggiormente conservati e tuttora visibili, sono quelli del periodo medievale, di cui mantiene intatto il tipico impianto urbanistico. Interessanti sono al suo interno il Palazzo Torlonia (di proprietà privata) e la chiesa dell’Immacolata Concezione.

 

Il Palazzo Torlonia, pur non conservando più le caratteristiche originarie, costituisce un interessante esempio di abitazione cinque-seicentesca, e conserva numerose camere affrescate con pitture tematiche. All’interno vi è uno splendido giardino bianco, così chiamato perché le piante ivi messe a dimora hanno fiori esclusivamente bianchi, secondo antichissima tradizione. L’aspetto attuale della Chiesa della Concezione è il risultato delle numerose trasformazioni che ha subito nel corso del tempo, a partire dalla sua fondazione. All’interno, l’unica parte originale a tutt’oggi conservata è l’abside, mentre la facciata risale al XVIII secolo. Dal XIV secolo viene dedicata a San Felice Papa, al quale rimase intitolata fino al 1854, quando il titolo passa all’Immacolata Concezione. La parte interna, molto articolata e complessa, presenta una navata centrale con pavimento cosmatesco e copertura a capriate, una navata inferiore di destra con volta a botte. Sulla sinistra della navata centrale si articolano 3 cappelle devozionali di tipico impianto rinascimentale. Sulla parete di destra della navata centrale, uno splendido apparato pittorico risalente alla metà del XII secolo, illustra storie del vecchio testamento, storie di santi e scene di genere. La zona absidale ospita un affresco con una Madonna in gloria. Nella navatella di destra troviamo delle storie della vita di Cristo ed un interessante ciborio del XV secolo conserva le spoglie di Papa Felice II.

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'associazione Il Cerchio Etrusco nasce per accogliere quei viaggiatori che desiderano entrare in contatto con i territori visitati, la loro gente, la loro cultura, i loro sapori.

Per coloro che prediligono l'ospitalità presso famiglie e amano vivere in contatto con le testimonianze della quotidianità locale, l'emozione di un itinerario che passa
attraverso i luoghi sacri dell'Etruria e i luminosi paesaggi del Tirreno, a due passi da Roma.

.... .......................vivila con il Cerchio Etrusco.

ASSOCIAZIONE
PATROCINATA DAL

COMUNE DI CERVETERI
.. ..

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Visite ricevute
su questo sito:
Free counter